Lo iodio è un importante microelemento

Lo iodio è un importante microelemento Lo iodio è un importante microelemento necessario innanzitutto al corretto funzionamento del sistema nervoso, la tiroide e la sua vasta gamma di processi che esso regola. Lo iodio viene raccolto principalmente dalla ghiandola tiroidea, che ha bisogno di esso per la produzione di due ormoni importanti – triiodotironina ( T3 ) e tiroxina ( T4 ).

Lo iodio non può essere prodotto nel corpo umano, come avviene ad esempio in relazione alla biotina. Pertanto, è importante la consegna giornaliera della dose appropriata di esso con il cibo. Una piccola parte della necessita’ di questo minerale può essere rimborsato per inalazione, assorbendo dall’aria attraverso la pelle e il sistema respiratorio.

Come funziona lo iodio? – Le funzioni nel corpo

Lo iodio è uno degli antiossidanti più potenti, che forniamo al corpo con il cibo. Il minerale mostra un effetto protettivo sul cancro e i processi infiammatori. Il suo ruolo nel corpo si manifesta anche nel fatto che è essenziale per la produzione degli ormoni tiroidei menzionati all’inizio. Il loro spettro è molto ampio. Essi sono responsabili, tra l’altro:

  • Il corretto sviluppo e lavoro del cervello
  • Metabolismo – metabolismo di proteine, grassi, vitamine e caLo iodio è un importante microelementorboidrati
  • Regolazione della crescita e della maturazione delle cellule
  • Il mantenimento di una corretta temperatura corporea
  • Sviluppo del sistema nervoso
  • Sviluppo del sistema scheletrico

Perché il corpo ha bisogno dello iodio?

Lo iodio è stato riconosciuto come un elemento essenziale per il funzionamento del corpo. La porzione di questo elemento fornito con il cibo viene regolarmente utilizzato, principalmente dalla ghiandola tiroidea. Circa il 75 % dello iodio si trova in questo organo. La carenza persistente dell’elemento provoca che la tiroide gradualmente cresce in grado di assorbire più l’elemento dal sangue circolante. In questo modo cresce l’ipotiroidismo o inerte. L’ipotiroidismo causato dall’ insufficiente apporto di iodio contribuisce

Questa voce è stata pubblicata in Bez kategorii. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>